venerdì 14 novembre 2008

USA - Italia

Oggi 11 novembre 2008 ,comincio a cambiare idea sugli statunitensi.Fino a poco tempo fà non apprezzavo molto il governo Bush e di conseguenza i suoi elettori. Errore eleggerlo 1 volta e 2 è masochismo. Ma tuttavia perdonabile visto che noi in italia siamo riusciti a eleggere per ben 3 volte un personaggio da cabaret come Berlusconi. Fatto per di più peggiore di quello USA. Questo perchè in Italia non c'è un'opinione pubblica presente e attiva e una democrazia che funziona come quella USA. In Italia è tutta un altra cosa ;la gente fin che non è toccata nel vivo non si muove!I giornalisti non possono (o non vogliono ,il risultato non cambia,)fare il loro lavoro e quindi il popolo non conoscendo i fatti non può esprimere un giudizio e peggio ancora non sa neanche di doverlo fare!A meno che non frequenti la rete allora sa che c'è più di una ragione per indignarsi.Comunque tornando agli statunitensi godono del mio più sentito rispetto per aver eletto un uomo che rappresenta gli emarginati dello scorso e presente secolo. In italia va già bene se non ti pestano a vista se sei un po' più abbronzato figurati se và al governo! Ovviamente è un esagerazione .... sta di fatto che nel mio paese se ti fai troppe lampade e ti botulini le labbra potresti anche morire a randellate in mezzo alla strada. Ieri guardavo il tg e vedevo un uomo giovane e deciso,serio e evidentemente intelligente accompagnato da un uomo anziano, smarrito inebetito davanti ai flhasc dei giornalisti e alle parole del suo ospite. Uno di loro era Obama l'altro Bush a chi legge capire chi è l'uno e chi l'altro. Poi altro servizio e vedo i rappresentanti del nostro governo fare da apripista a Zelig ,...e li mi dico ma davvero ci meritiamo questo? Certo ce la siamo cercata ... ok il menefreghismo non paga... ma non si sta esagerando un po' troppo adesso?

E allora comincio a pensare che ,magari fossimo anche solo per un centesimo simili agli statunitensi ,saremmo già avanti. Non dico che nei prossimi anni mi aspetto un capo del governo di colore ma almeno sotto i 50 anni si!

Ne consegue che è doveroso cambiare opinione.

Continua a leggere...

mercoledì 5 novembre 2008

OBAMA PRESIDENTE


Un fatto storico! Ne sono certa,un alba nuova,l'atteso vento del cambiamento comincia a soffiare.
Tante aspettative intorno a quest'uomo,non solo da parte degli statunitensi,ma ,visto l'importanza che ha questo stato sui fattori mondiali, aspettative anche da parte di tutti coloro che attendono il cambiamento con ansia e trepidazione.
Un'uomo da solo certo non fà la differenza ,ma le masse che lo sostengono ,che parlano per sua bocca quelle si che possono cambiare le sorti del nostro pianeta.
Un modo nuovo di interpretare la politica è, a parer mio, il modo migliore per esportare la democrazia: l'esempio non le bombe!
Le parole sono state grandi, i sentimenti suscitati da esse ancor più grandi ,ora attendiamo i fatti nella speranza che il potere non corrompa un uomo che sembra proiettato in un futuro auspicabile da tutti coloro che vogliono migliorare.
Questo è di sicuro il momento per delle svolte epocali, la via per un nuovo mondo è stata tracciata ,speriamo solo che non divenga la via per il "mondo nuovo" di Huxley ma piuttosto un futuro alla Nathan Never in cui gli interessi personali resistono strenuamente ma che sono controbilanciati dal sentimento comune di verità e giustizia globale incarnate dall'agente speciale suddetto.
Buona sorte al 44° presidente degli stati uniti d'america e al mondo intero!
God save Obama!

Continua a leggere...